CORONAS BENTOSAS

Su Cuncordu Bolothanesu

Coronas Bentosas è una località nel centro della Sardegna nel territorio fra Ottana e Bolotana, un paese che conosco bene e mi è molto caro per la profonda amicizia con Antonio Are. Fu lui, infatti, ad introdurmi alla sua grande comunità.

A quei tempi giravo molto l’Europa. Antonio si stabiliva sempre più spesso a casa mia e veniva sui palchi con me e Fabiola Ledda. Cominciavano anche i progetti con il “Cuncordu Bolothanesu”, l’insieme di canto a tenore di cui lui era uno dei quattro pilastri portanti. Allora ne scrivevo i testi, coordinavo, ed ero anche tramite per i giri in Italia e Francia.

Oggi Coronas Bentosas (qui il sito Facebook) è anche un comitato per difendere il territorio e cercare di impedire un’altra delle prepotenti sopraffazioni a cui è continuamente sottoposta la Sardegna, la mia isola meravigliosa il cui destino sembrerebbe essere soltanto progettato per basi militari, discariche tossiche, impianti dell’industria chimica, fabbriche di bombe, e, nella costa, paradisi fittizi con nomi artificiali. Un esempio per tutti, la dicitura Costa Smeralda. Sì, perché il colonizzatore non si accontenta di espellerti dalla tua terra, ma le cambia anche il nome come se fosse un centro commerciale.

Oggi, per un giovane sardo che non emigrerà, l’unico futuro previsto – come nella migliore tradizione coloniale – è prevalentemente riassunto nella prospettiva di diventare 1. Servo dell’arroganza del turista, 2. Vittima delle installazioni militari e industriali, 3. Destinatario di uno dei più alti tassi di presenza di tumori in rapporto alla popolazione.

Ecco perché ho dato anch’io il mio contributo al comitato – e naturalmente… in poesia

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.